Isa Genzken

en - it

Isa Genzken

Born 1948, Bad Oldesloe, Germany
Lives and works in Berlin, Germany

Isa Genzken uses a wide range of materials, media, and technology to create works that express a strong connection with reality. Her pieces, which take many different forms (columns, paintings, sculptures, and installations), can be viewed as “molds” that trace the relationship between the artist and the objects, spaces, and architectural structures that surround her. Zwei Frauen im Gefecht (Two Women in Combat) is one of Genzken’s first videos, produced while the artist was at the Düsseldorf Academy of Art. It might seem strange to choose a video, given that the artist is better known for her sculptures, yet in the 1970s many artists and performers used their bodies and the medium of video installation to expose the sexism and patriarchal set-up of the art establishment. In her practice Genzken often adopts a cinematographic approach, for example in her works devoted to the architecture of cities like New York and Chicago, not to mention her numerous photographic projects. The video on show in the exhibition dates to 1974 and documents a performance in which Isa Genzken and fellow artist Susanne Grayson repeatedly exchange clothes, leaving one naked and the other dressed and then vice versa, highlighting the marked differences in their body shapes. The two friends pass a bra, shirt, skirt, and shoes back and forth, making amused attempts to fit the clothes to their bodies. The video was filmed by the German art historian Benjamin H. D. Buchloh, anticipating Genzken’s practice of including other artists and people from the art world in her works.

Nata a Bad Oldesloe, Germania, nel 1948
Vive e lavora a Berlino, Germania

Utilizzando i più svariati materiali, media e tecnologie, Isa Genzken crea opere che esprimono un forte legame con la realtà. I suoi lavori, che assumono le forme più disparate (colonne, dipinti, sculture o installazioni), possono essere considerati come dei “calchi”, raffiguranti la relazione che intercorre tra l’artista e gli oggetti, gli spazi e le architetture che la circondano. Zwei Frauen im Gefecht (Due donne in competizione) è uno dei primi video di Genzken, realizzati quando l’artista studiava all’Accademia di Düsseldorf. Selezionare un video di Isa Genzken per una mostra è una scelta insolita, dato che l’artista è più conosciuta per le sue opere scultoree. Tuttavia, negli anni ’70 molte artiste e performer hanno utilizzato il proprio corpo e il mezzo della videoinstallazione per denunciare il sessismo e la gestione patriarcale del sistema dell’arte. Nella sua pratica artistica Genzken adotta spesso uno sguardo cinematografico, come emerge dai suoi lavori dedicati alle architetture di città quali New York o Chicago, o da numerosi progetti fotografici. Il video citato, del 1974, documenta una performance in cui Isa Genzken e l’amica e artista Susanne Grayson si scambiano più volte gli abiti che indossano, risultando a turno una nuda e l’altra vestita, ciò che evidenzia diverse corporature delle due donne. Le amiche si passano il reggiseno, la camicia, la gonna e le scarpe, e cercano di volta in volta di adattare i capi ai loro corpi, sorridendo. Le riprese sono effettuate dallo storico dell’arte tedesco Benjamin H. D. Buchloh e, in questo senso, il video anticipa la pratica di Genzken di coinvolgere nei propri lavori altri artisti e persone che operano nel mondo dell’arte.

Project: Soleil politique

close