ELAINE STURTEVANT

en - it

ELAINE STURTEVANT

Born 1930, Lakewood, OH, USA
† 2014, Paris, France

In 2011 Sturtevant was awarded the Golden Lion for lifetime achievement at the Venice Biennale. The jury’s statement called her work “rich and powerful, an invitation to view art in connection with other intellectual arenas.” Long before the avant-garde movements of the 1980s popularized these practices, Sturtevant made repetition and appropriation her focus. Her sculptures, paintings, photography, and video works were an essential contribution to the debate on originality and authorship, anticipating the philosophical and literary investigations of this field and reworking pieces by many artists, including in particular Marcel Duchamp and Andy Warhol, who were her key points of reference. The video Duchamp Nu Descendant un Escalier, one of her first films, references Duchamp’s famous 1912 painting Nu descendant un escalier. Sturtevant feminizes the sexless nude in Duchamp’s Cubist/Futurist original and alternates the figure descending the stairs with hypnotic moving graphic forms. The editing of the frames recalls Eliot Elisofon’s famous series of photographic collages, dated 1952, which depict Duchamp himself going down stairs. Sturtevant uses Duchamp’s piece as the basis for a new work and in this way offers a response to the French artist’s notion of his work being in constant evolution.

Nata a Lakewood, OH, USA, nel 1930
† 2014, Parigi, Francia

Nella motivazione che accompagna l’assegnazione del Leone d’oro alla carriera a Sturtevant, nel 2011, si sottolinea che “la sua opera, ricca e piena di forza, invita a vedere la produzione artistica in connessione ad altri ambiti intellettuali”. L’artista ha fatto della ripetizione e dell’appropriazione il fulcro della sua ricerca, ben prima che le avanguardie degli anni ’80 rendessero popolari questi codici espressivi. Tramite lavori scultorei, pittorici, fotografici e video, Sturtevant ha contribuito al dibattito sull’originalità e la paternità dell’opera d’arte, anticipando l’intensa discussione filosofica e letteraria su questi temi che sarebbe arrivata anni più tardi, e rielaborando le opere di molti artisti, in particolare di Marcel Duchamp e Andy Warhol, che sono state le sue figure di riferimento e a cui ha dedicato diverse serie di lavori.
Il video Duchamp Nu Descendant un Escalier (Duchamp nudo che scende una scala) è uno dei primi filmati di Sturtevant, e riprende il celebre quadro di Duchamp del 1912 Nu descendant un escalier. Sturtevant femminizza il nudo cubo-futurista e asessuato dipinto da Duchamp, e intervalla la figura che scende le scale con forme grafiche dal movimento ipnotico. Il montaggio dei fotogrammi del film ricorda la celebre serie di collage fotografici di Eliot Elisofon, datata 1952, che ritraggono Duchamp mentre scende le scale. Sturtevant utilizza l’opera di Duchamp come base per un nuovo lavoro e, in questo modo, risponde idealmente all’asserzione dello stesso Duchamp, che considerava la propria opera in costante evoluzione.

Project: Soleil politique

close