Dan Graham

en - it

Dan Graham

Born 1942, Urbana, IL, USA
Lives and works in New York, NY, USA

Dan Graham’s career spans various artistic genres: performance, film, video, photography, installations, architecture, and music. He has always tried to include the viewer in his works, with varying levels of participation being essential to complete each piece. Given that viewers do not approach works from one direction alone, in his architectural projects and video installations Graham challenges and deconstructs the Renaissance theory of perspective.
In 1984, in collaboration with the architect Marie-Paule MacDonald, he presented his proposal for a museum devoted to the French-American artist Gordon Matta-Clark.
It includes a memorial honoring the artist, a museum, and a research center. The model features a series of houses of the same size, one of which plays host to the museum. The design for the latter drew inspiration from one of Matta-Clark’s projects, Splitting, created in New Jersey in 1974, in a working-class neighborhood featuring the typical suburban housing built after the war. In his proposal, Graham both underlines how Gordon Matta-Clark’s project highlights the system of division and distribution of residential buildings in space, and sets out to “rematerialize” Matta-Clark’s conceptual work and equate urban planning and conceptual art.
Homes for America reveals another area that Dan Graham has been interested in since the 1960s: postmodern architecture and models of urban life. This work, in the style of a photographic reportage, explores the American suburbs and their rows of identical homes.

Nato a Urbana, IL, USA, 1942
Vive e lavora a New York, NY, USA

La carriera artistica di Dan Graham attraversa diversi linguaggi: performance, cinema, video, fotografia, installazioni, architettura e musica. L’artista ha sempre cercato di includere nei suoi lavori lo spettatore, con vari livelli di partecipazione, in quanto indispensabile alla realizzazione dell’opera. Dato che il punto di vista dello spettatore non è unico né unidirezionale, nei suoi progetti architettonici e nelle sue installazioni video Graham decostruisce la teoria della prospettiva rinascimentale. Nel 1984 Dan Graham, in collaborazione con l’architetto Marie-Paule MacDonald, presenta la proposta per un museo dedicato all’artista franco- americano Gordon Matta-Clark. La proposta comprende un memoriale in onore dell’artista, un museo e un centro di ricerca sull’urbanistica. Il modellino consiste in una serie di case della medesima dimensione, una delle quali ospita il museo. Il design di quest’ultimo si ispira a uno dei progetti di Matta-Clark, Splitting (Spaccature), realizzato nel 1974 in New Jersey, in un quartiere di case operaie tipiche dei sobborghi americani del dopoguerra. Nella sua proposta, Graham da una parte sottolinea come il progetto di Gordon Matta Clark evidenzi il sistema di divisione e distribuzione degli edifici abitativi nello spazio; dall’altra, rimaterializza il lavoro concettuale di Matta-Clark e crea una forte relazione tra urbanistica e arte concettuale. Homes for America (Case per l’America) è un altro esempio dell’interesse dell’artista, manifestato già negli anni ’60, per l’architettura e per i modelli di vita urbana proposti nella cultura quotidiana del postmodernismo. Si tratta di una serie di fotografie di taglio giornalistico, dedicate agli spazi della periferia americana e alla serialità delle sue abitazioni.

Project: Soleil politique

close